Magento Https come abilitarlo?

Magento Https come abilitarlo?

Google a partire da agosto 2014 inizia ad indicizzare gli URL con HTTPS (maggiori info in questo post). Successivamente da dicembre 2015 Google comunica che le pagine HTTPS verranno indicizzate di default.

La protezione del sito tramite protocollo HTTPS consente di avere interazioni con l’utente e quindi scambio dati in maniera crittografata. I dati inviati tramite HTTPS vengono protetti tramite protocollo TLS. Le comunicazioni tra server e client avvengo in maniera crittografata attraverso l’utilizzo di un certificato digitale.

magento-attivare-https

Magento Https perchè acquistare un certificato TLS?

La ragione principale per dotare il nostro Magento di HTTPS e quindi acquistare un certificato TLS per passare da HTTP a HTTPS, è fondamentalmente quella di garantire la protezione di dati, transazioni e comunicazioni con i nostri clienti.

Dati alla mano, Magento sta diventando gradualmente il “WordPress” dell’e-commerce. Questo significa che così come WordPress sta diventando il principale bersaglio di hacker grazie alla sua enorme diffusione e popolarità, anche Magento vede un intensificarsi di problemi in questo senso. Ovviamente la sicurezza totale non è una certezza. Ma le comunicazioni crittografate possono aumentare il livello di sicurezza del nostro e-commerce Magento.

Magento Https che certificato acquistare?

La risposta non è semplice. Sicuramente la scelta è vincolata a diversi elementi in campo ed è da compiere con il proprio consulente o sviluppatore Magento.

Alcuni dei fattori da valutare potrebbero essere:

  • dimensione dell’ecommerce, intesa come volume d’affari
  • porporzionalità dell’investimento dedicato al commercio online
  • dominio singolo o multi-dominio
  • compatibilità dei browser
  • compatibilità mobile

Per grandi linee i certificati si dividono in Standard SSL (per piccoli volumi d’affari) – Wildcard SSL (medio volume d’affari) – EV SSL (grossi volumi d’affare)

Magento Https come installare il certificato?

Questo può dipendere dalla soluzione server che utilizzate e dal certificato che avete acquistato. Solitamente in situazioni di Hosting condiviso il certificato viene installato dallo staff tecnico del fornitore di Hosting. In situazioni di server dedicato o VPS avrete comunque come riferimento il sistemista o lo sviluppatore. In ogni caso il certificato richiede l’ip fisso.

Magento Https configurazione backend

Dopo aver acquistato ed installato il certificato TLS è possibile attivare nel backend di Magento le funzionalità HTTPS

Andiamo nel backend di Magento:

configurazione magento tls ssl backend

Ora andiamo in configuration -> web

ms2

Ora dobbiamo attivare HTTPS nel pannello secure:

Utilizza Secure URLs nel Frontend: YES
Utilizza Secure URL in Admin: YES

e salvare la configurazione

ms3

A questo punto le “aree” di Magento dedicate allo scambio di dati fra server e client, quindi registrazione utente, checkout, il vostro backend, ecc saranno protette e presentate con protocollo  HTTPS.

Ora potreste scegliere di estendere l’HTTPS a tutto il sito, questo potrebbe esporvi a qualche problema relativo ai vari plugin utilizzati, dipende soprattutto da quanto è stato customizzato il vostro Magento.

Ora basterà andare in .htaccess ed inserire:

Ad esempio nell’ultimo Magento 1.9.2.3 su cui ho attivato HTTPS per tutto il sito, attraverso questa procedura, ho avuto qualche problema sui prodotti configurabili. In fase di acquisto dopo aver selezionato gli attributi non venivano trasmessi al carrello. Inoltre il plugin Creare Seo creava dei problemi di redirect su alcuni link.

Per risolvere è bastato inserire https:// nel Base URL del pannello UNSECURE in Configuration -> WEB

Magento codice spedizione link cliccabile corriere GLS

Magento codice spedizione – tracking code da inviare al cliente cliccabile con corriere GLS

tracking

 

Aggiornamento 13/02/2016: GLS ha modificato la struttura del link generato attraverso il tracking number per la ricerca del pacco e di conseguenza sarà necessario apportare alcune modifiche a quanto descritto in precedenza.

Questo è il nuovo link a cui fare riferimento per la spedizione nazionale:
https://www.gls-italy.com/?option=com_gls&view=track_e_trace&mode=search&numero_spedizione=BC20560001235&tipo_codice=nazionale

Questo è il tracking number fornitoci da GLS:
BC20560001235 dove BC è il parametro che corrisponde alla sede di partenza, mentre questo 20560001235 è il numero progressivo spedizione.

Il file da modificare è:
app/design/frontend/base/default/template/email/order/shipment/track.phtml

 

ma non andiamo a modificare il core, creiamo nel nostro tema, attraverso override, cartelle e file e modifichiamo:
app/design/frontend/TUO-TEMA/default/template/email/order/shipment/track.phtml

questo è l’intero codice della pagina,

alla riga 55 ho lasciato il vecchio codice commentato
alla riga 56 il codice modificato:

 

[crayon-5a8d6bebc1649469420632/]


 

Vecchio articolo 7 marzo 2015:
I corrieri che consegnano la merce ai clienti, utilizzano sistemi molto simili fra loro per effettuare il Tracking del pacco, ovvero rilasciano un codice alfanumerico del tipo BC654HJG che inserito in un apposito campo del loro sito permette di monitorare il percorso della spedizione.

Vi sarà capitato acquistando online di ricevere dal venditore il link cliccabile che direttamente vi porta al percorso del pacco sul sito del corriere, senza dover prender il codice, andare sul sito e cercare il pacco.

[dt_quote type=”blockquote” font_size=”big” animation=”none” background=”plain”]Farò riferimento al Corriere GLS, ma il sistema è identico per tutti i corrieri[/dt_quote]

GLS rilascia un codice alfanumerico tipo BC 530216941 dove BC è il codice della sede di partenza (rilasciato dal sistema weblabeling GLS), mentre 530216941 è il resto del numero spedizione, il cliente dovrebbe inserire l’intero codice in questo link http://www.gls-italy.com/verifica_consegna_anonimo.asp e monitorare il percorso della propria spedizione.

Per quanto riguarda GLS, ma questo è valido anche per la maggior parte dei corriere, i loro sistemi generano un link che permette di accedere direttamente alla spedizione, vediamo un esempio:

http://www.gls-italy.com/tracktrace.asp?numsped2=BC+530216941&locpartenza=BC&numbda=530216941&numsped=530216941&numint=&Ric=&tiporicerca=numsped

Il link è strutturato in maniera abbastanza semplice include i parametri che abbiamo già visto, la sigla della sede BC e il numero 530216941.

 

Magento codice spedizione – inviare al cliente via email il codice cliccabile GLS

Vediamo ora come utilizzare al meglio il codice spedizione all’interno di Magento e semplificare la vita a noi e ai clienti.

Solitamente dopo aver finalizzato la vendita, andando in Vendite > Ordini > Cliente > Spedizioni viene inserito il codice spedizione qui:

Il campo Trasporto prevede la possibilità di selezionare il corriere, poi abbiamo Titolo (che può essere un ulteriore campo descrizione) e Numero (il codice vero e prorpio)

spedizione-magento

Dopo aver salvato ed inviato le informazioni al cliente, questo riceverà un email in cui ci sono queste informazione.
Quindi dovreste comunque comunicargli anche il link della pagina del corriere in cui il cliente dovrebbe inserire il codice con ulteriori perdite soprattutto per la vostra gestione.

track

Magento codice spedizione – modifica al codice file track.phtml

Vediamo come semplificarci la vita con Magento per inviare direttamente il codice di spedizione cliccabile:

andate qui -> /public_html/app/design/frontend/base/default/template/email/order/shipment/track.phtml

dobbiamo modificare il file track.phtml

 

riga 38 e modifichiamo il foreach sostituendo questo:

[crayon-5a8d6bebc1665594364497/]

 

con questo:

[crayon-5a8d6bebc166f792901959/]

Abbiamo quindi integrato il foreach con il link composto in cui il codice numerico inserito da backend Magento viene aggiunto al link con questo snippet <?php echo $_item->getNumber() ?>

Prestate molta attenzione a questa modifica del codice, non copiate e incollate direttamente, perchè è presente all’interno il codice sede BC che dovrà essere sostituito con quello della vostra sede GLS.

Nel backend di Magento sarà sufficiente inserire solo il codice numerico lasciando di default il Valore predefinito (in quanto il codice sede è stato inserito direttamente via codice nel file track.phtml)

tracking-gls

Ora il risultato finale sarà questo, ovvero la mail inviata al cliente conterrà il codice cliccabile che lo indirizzerà direttamente al percorso del suo pacco

track2

 

 

Ottimizzare e Velocizzare Magento

Ottimizzare e Velocizzare Magento, per gestire al meglio le risorse a disposizione.

ottimizzare_velocizzare_magento

Magento è diventato uno tra gli eCommerce più popolari. Offre grandi possibilità di personalizzazione e grande versatilità d’uso grazie anche alla vasta gamma di plugin che consentono agli utenti di gestire al meglio il proprio lavoro.

E’ opportuno ricordare che Magento utilizza in maniera intensiva le risorse del webserver, CPU, memoria e query sul MySql. Molto spesso soluzioni installate su webserver condivisi come VPS potrebbero non soddisfare a pieno le necessità di eCommerce di grandi dimensioni. Risorse come l’utilizzo della CPU vengono limitate sui VPS ad esempio al 25-30% e in alcuni casi potrebbe essere necessario passare ad una configurazione di server dedicato.


 

Vediamo come Ottimizzare e Velocizzare Magento

Modifichiamo l’ .htaccess

Abilitiamo l’Output Compression

Apriamo il nostro file  .htaccess

cerchiamo la sezione che inizia con <IfModule mod_deflate.c> e termina con </IfModule>

Questa sezione di codice può essere utilizzata per abilitare su Apache il modulo mod_deflate, che provvede ad attivare la compressione  for text, css, and javascript.

Sarà sufficiente rimuovere il # :

 

[crayon-5a8d6bebc2876879862671/]

 

Nota: l’attivazione del modulo mod_deflate potrebbe creare problemi all’aspetto grafico del tema, sarebbe opportuno verificare passo passo ogni modifica, in modo da assicurarsi che l’attivazione di ogni singola funzione non vada a creare problemi.

 

Abilitiamo la Scadenza degli Headers

I visitatori che accedono per la prima volta sul sito web e  quindi sull’eCommerce Magento devono fare diverse richieste HTTP. Utilizzando gli  “Expires Header” quindi abilitando le scadenze di alcune parti della pagina (o componenti) sarà possibile memorizzare nella cache dati.  “Expires Header” indicano al browser se devono richiedere uno specifico file dal server o se recuperarne uno già memorizzato nella cache del browser.

Apriamo il nostro file  .htaccess

cerchiamo la sezione che inizia con  <IfModulemod_expires.c> e termina con </IfModule>

 

Sarà sufficiente rimuovere il # :

[crayon-5a8d6bebc288f917912797/]


 

Ottimizzare e velocizzare Magento: Amministrazione

Entriamo nel back-end

Il Merge CSS and JS

Alcune operazioni per ridurre il numero di richieste HTTP:

  1. Login nell’amministrazione andiamo in  – System > Configuration > Developer
  2. Nella sezione “JavaScript Settings”, impostiamo “Merge JavaScript Files” su yes.
  3. Nella sezione”CSS Settings”, impostiamo  “Merge CSS Files” su yes.
  4. Alla fine sarà necessario cancellare la cache di Magento.

Abilitare Flat Catalog

Abilitando le opzioni Flat Catalog option per Categorie e Prodotti permetterà di fondere i dati in un’unica tabella, quindi migliorare le performance.

  1. Login nell’amministrazione andiamo in – System > Configuration > Catalog
  2. Nella sezione “Frontend”, impostiamo  “Use Flat Catalog Category” su yes.
  3. Nella sezione “Frontend”, impostiamo  “Use Flat Catalog Product” su yes.
  4. Alla fine sarà necessario cancellare la cache di Magento.

Nota: è opportuno verificare passo passo ogni modifica, in modo da assicurarsi che l’attivazione di ogni singola funzione non vada a creare problemi.


 

Ottimizzare e velocizzare Magento: suggerimenti per la manutenzione del Database

Uno dei principali problemi con gli eCommerce Magentoto è la lentezza nell’esecuzione di alcune operazioni legate alle dimensioni del database. Quando le dimensioni del MySql inizano a diventare notevoli, diventa difficile e lento recuperare i dati.

Alcuni suggerimenti per ottimizzare e velocizzare il database di Magento.

Note: le operazioni sul MySql devono essere effettuate con notevole cautela, creare sempre un backup del MySql prima di procedere.

Database Logs

Ci sono diverse tabelle utilizzate da Magento per il logging. L’utilizzo di queste tabelle è molto importante, consente a Magento e a noi di conoscere quanto accade in tutte le fasi di accesso all’eCommerce, ma al tempo stesso queste tabelle diventano rapidamente di grandi dimensioni ed influiscono sulle prestazioni. Una regolare manutenzione ed ottimizzazione del contenuto di queste tabelle può influire positivamente sull’accesso ai dati.

Queste sono le tabelle che ci interessano relative alla registrazione:

log_customer
log_visitor
log_visitor_info
log_url
log_url_info
log_quote
report_viewed_product_index
report_compared_product_index
report_event
catalog_compare_item

Ottimizziamo i Log Database attraverso Amministrazione di Magento

  1. Magento Amministrazione anidiamo in System > Configuration
  2. Nel menù di sinistra andiamo in Advanced > System
  3. In “Log Cleaning”, cambiamo “Enable Log Cleaning” impostandolo su YES e configuriamo Save Log per 14 giorni.
  4. Salviamo la configurazione “Save Config”

log.php Utility

Magento dispone di una shell utility che può essere utilizzata per  configurare la pulizia del log del database utilizzando Cron o può essere avviata matualmente.

Manualmente

Accedere all’account via SSH e posizionarsi nella cartella di root in cui è installato Magento:

[crayon-5a8d6bebc28a1142211434/]

E’ possibile utilizzare il paramentro -days quanti giorni salvare

Cron

  1. Accedere a cron attraverso cPanel
  2. Cliccare su on Cron Jobs

Vediamo un esempio:

php -f/home/yourcpanelusername/public_html/path/to/magento/shell/log.php

 

Ottimizzazione e pulizia del Database via phpMyAdmin

L’utilizzo di phpMyAdmin offre maggiore flessibilità ed efficienza quando si lavora su MySql, ma è opportuno avere una discreta conoscenza degli strumenti utilizzati, in quanto si potrebbe danneggiare il MySql in maniera irreparabile. Fate sempre un backup prima di lavorare direttamente su MySql

  1. Login in cPanel e accediamo cliccando su phpMyAdmin
  2. Selezioniamo il database associato all’installazione di Magento
  3. selezioniamo le tabelle:

log_customer
log_quote
log_summary
log_summary_type
log_url
log_url_info
log_visitor
log_visitor_info
log_visitor_online

  1. Dopo aver selezionato tutte le tabelle o anche una tabella per volta svuotiamo il contentuto
  2. Confermiamo l’operazione, cliccando su Yes.

 

Sarebbe ottimale eseguire questa operazione in maniera regolare nel tempo senza operare manualmente. Cron ci consente impostare questa operazione, organizzandola nel tempo, se opportunamente settato.

 

 

 

Magento Multi Store con metodo Add on Domain

Magento-go-blog-img

Magento Multi Store con metodo Add On Domain: come configurare più Domini su un’installazione.

Premessa: in questo articolo cercherò di descrivere la procedura per utilizzare la configurazione del Multi Store di Magento con più Domini,  facendo riferimento alle caratteristiche e gli strumenti del servizio di Hosting levelzero.it con metodo di Add On Domain (simile comunque a tanti servizi di Hosting in commercio ).

 

Scenario: abbiamo l’installazione principale di Magento su dominio.com e vogliamo collegare dominio.it 

i dati inseriti d’ora in poi sono d’esempio, dovranno essere sostituiti con i vostri dati reali

 


Su dominio.com andate nel pannello di gestione del dominio e impostate i dns dell’Hosting

ns815.websitewelcome.com -> con ip dell’account -> 192.185.187.12 (il cambio di dns è attivo dopo qualche ora)


 

Installiamo Magento

su Hosting levelzero.it è possibile installare Magento facilmente in pochi click come descritto qui attraverso QuickInstall di Cpanel.

 

Terminata l’installazione avrete lo store principale in dominio.com

 


Colleghiamo il dominio.it allo store principale con metodo Add On presente su Cpanel

Perchè il metodo Add On?
Si rende necessaria questa procedura quando sul dominio.it (magari precendentemente acquistato) non possiamo cambiare i dns del fornitore (utilizzati da altre applicazioni).

Andiamo nel pannello di gestione di dominio.it e inseriamo due record A:

[crayon-5a8d6bebc3020759852367/]

i due record inseriti permettono l’accesso agli utenti sia che questi digitino www.dominio.it che dominio.it, quindi con o senza www


Abbiamo collegato dominio.it all’ip 192.185.187.12 dove è installato lo store principale di Magento.

Andiamo nel Cpanel di dominio.com e colleghiamo dominio.it con metodo Add On Domain

Clicchiamo su Addon Domains per inserire il dominio.it
cPanel X   Main

Nella schermata successiva bisogna inserire i dati relativi per creare il collegamento

nota: lo store principale di Magento è installato in /public_html

In automatico nel Document Root verrà inserito il percorso della directory creata ed assegnata a dominio.it -> /public_html/dominio.it

nota: è possibile indicare anche una directory diversa. Se ad esempio se assegnamo solo la directory principale -> /public_html -> il dominio.it sarà collegato direttamente all’installazione principale di Magento, e quando gli utenti digiteranno dominio.it si effettuerà un semplice redirect sul dominio.com

cPanel X   Addon Domains

 


 

Magento Multi Store ci permette di gestire da un’unica installazione più Siti Web – Negozi/Store – Viste – Lingue – Interfacce.
Questo è possibile associando ad una -> root category -> un sito web principale.
setting-up-magento-multi-store-in-principle

Andiamo in back-end -> catalogo -> gestisci categorie -> creiamo un root category


 

ora associamo il sito web alla root category che risponderà a dominio.it   

Andiamo in back-end -> sistema-> gestione negozi -> crea sito web

Nuovo Sito web   Negozi   Sistema   Magento Admin

Andiamo in back-end -> sistema-> gestione negozi -> crea negozio
Nuovo Negozio   Negozi   Sistema   Magento Admin2

Andiamo in back-end -> sistema-> gestione negozi -> crea vista negozio

Nuovo Vista negozio   Negozi   Sistema   Magento Admin3
Questo è il risultato finale, abbiamo associato una root category (in questo caso ho associato la “default category” per velocizzare) a dominio.it
Prestiamo attenzione a “Codice: dominioit”

Negozi   Sistema   Magento Admin


 

ecco come appare /public_html in cui è installato lo store principale di Magento
copiamo questi file /public_html/index.php e /public_html/.htaccess in ->  /dominio.it

ftp-magento

 


 

posizioniamocio nella cartella /dominio.it e modifichiamo con un editor index.php

 

sostituire alla riga 47:

[crayon-5a8d6bebc3035278786657/]

con

[crayon-5a8d6bebc303e159429010/]


 

sostituire alla riga 52

[crayon-5a8d6bebc3046717914131/]

con

[crayon-5a8d6bebc304d108774916/]

 


 

sostituire alla riga 81:

[crayon-5a8d6bebc3054028410213/]

con

[crayon-5a8d6bebc305c910550050/]


 

A questo punto è necessario creare attraversto SSH i symbolic link, ovvero dei collegamenti che da /public_html/dominio.it vanno alle directory dello store principale

è necessario un accesso SSH (sul servizio di Hosting levelzero.it è attivabile e gestibile con PuTTY se utilizzate come SO windows)

Ora priamo la nostra console e posizioniamoci nella cartella /public_html/dominio.it

[crayon-5a8d6bebc3065095928428/]

 

creiamo i symbolic link

[crayon-5a8d6bebc306c780646079/]

[crayon-5a8d6bebc3072177234616/]

[crayon-5a8d6bebc3079499375307/]

[crayon-5a8d6bebc3080937467574/]

[crayon-5a8d6bebc3087878806224/]

[crayon-5a8d6bebc308d003125114/]

[crayon-5a8d6bebc3094971769819/]

[crayon-5a8d6bebc309a772456051/]

se tutto è andato per il verso giusto avrete accedendo via ftp questo risultato, sono visibili i symbolic link
ftp

Ora l’ultimo passaggio per rendere operativo Magento Multi Store e attivare dominio.it

Andiamo in back-end -> sistema-> configurazione -> GENERALE -> WEB

Ovviamente scegliamo quale vista configurare quindi quella di dominio.it (di default è su Configurazione Standard, come mostra l’immagine in basso)

Configurazione   Sistema   Magento Adminx

 

Scelta la vista dobbiamo sostituire il dominio presente (nel nostro esempio dominio.com dello store principale) ed inserire in Base URL (secure e unsecure) il nuovo dominio.it
Ricordatevi  di togliere il flag, proprio come mostrato nella figura in basso e salvare.

magento_ges

 

 

Se tutto è andato per il verso giusto:
a dominio.it -> corrisponderà -> una directory e la root category assegnata
a dominio.com -> corrisponderà -> lo store principale e la root category assegnata

nota: ricordate che gli eventuali prodotti, blocchi, pagine e i vari contenuti CMS, creati prima di attivare Magento Multi Store devono essere ora assegnati al nuovo store che fa riferimento a dominio.it

 

E’ opportuno precisare che se la nostra intenzione è solo quella di gestire Magento con uno store principale a cui fanno riferimento due domini .it e .com, quindi presumibilmente stesso tema e stessi prodotti, ricordate di abilitare la registrazione utente “Globalmente”, per evitare di ritrovarvi con utenti che si iscrivono solo al .it e altri solo sul .com:
back-end -> sistema-> configurazione -> Clienti -> Configurazione Clienti -> Opzioni di condivisione account -> impostare su Globalmente

Può apparire macchinoso, ma è più semplice di quello che può sembrare.