[soliloquy id=”840″]

La Mediazione è una procedura di risoluzione delle controversie, in base alla quale un terzo neutrale, imparziale ed indipendente – il Mediatore –assiste le parti in conflitto, guidando la loro negoziazione e orientandole verso la ricerca di un accordo reciprocamente soddisfacente mediante l’ascolto attivo e la mutua collaborazione. Le parti, nel corso dell’incontro, esprimono la loro visione del conflitto ed ascoltandosi reciprocamente, possono giungere alla soluzione dello stesso secondo i bisogni e gli interessi personali.

Ai sensi dell’art. 5 co. 2 del Dlgs. 28/10, la procedura di mediazione può essere attivata su domanda di parte prima di iniziare un giudizio, su invito del giudice oppure quando è prevista da una clausola contrattuale di mediazione.

Dal 20 marzo 2011 il tentativo di conciliazione è condizione di procedibilità (art. 5 co.1 Dlgs. 28/10) nelle seguenti materie: condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento danni da circolazione di veicoli e natanti, risarcimento danni da responsabilità medica, risarcimento danni da diffamazione a mezzo stampa o pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari.